martedì 24 novembre 2009

Cinema a Venezia


Il cinema a Venezia sembra essere un accostamento inscindibile, ma non è così. Spesso si identifica il cinema a Venezia con la Mostra Internazionale del Cinema che si tiene al Lido in settembre, ma poi le sale cinematografiche che rimangono aperte a Venezia durante il resto dell'anno sono pochissime. Vi propongo quindi un elenco di quei cinema che c'erano a Venezia, ben prima dell'avvento delle cassette vhs o dei dvd, quando l'esodo dei veneziani verso la terraferma doveva ancora farsi sentire. Cominciamo quindi il nostro giro virtuale degli ex cinema di Venezia partendo dalla Lista di Spagna, lì si trovava il Cinema Nazionale, che adesso è una pizzeria. Proseguendo il cammino, si incontrava, oltre il Rio Terà San Leonardo, il Cinema Italia, diventato uno spazio universitario. In Strada Nuova, non lontano dalla Ca' D'Oro, c'era il Cinema Progresso, attualmente un supermercato. Sulla strada per Rialto, in corrispondenza con le case dei Polo, si trova il Teatro Malibran, che era usato molti anni fa anche come cinema. Di fianco alla Chiesa di San Zulian era localizzato il Cinema Ritz, che attualmente è un negozio dove si vendono vetri artistici. Subito dopo Piazza S. Marco si trovava il Cinema San Marco che era, se non il più bello, il più grande cinema di Venezia (ora Libreria Mondadori). Poco oltre al Teatro La Fenice c'era il Cinema Centrale che al giorno d'oggi è un ristorante con bar. In Campo San Gallo, a cento metri da Piazza San Marco si arrivava al Cinema Olimpia, ora chiuso, ma che ha ospitato in tempi recenti "Carnival - The Show" una rappresentazione in maschera, mista a proiezioni in 3D, della storia di Venezia. Di fronte alla Chiesa di San Luca, oltre al canale, si trovava l'elegante Cinema Rossini, attualmente chiuso, ma con la prospettiva di una imminente ristrutturazione che ne ricaverebbe un multisala con annesso supermercato. Vicino alla Chiesa della Pietà c'era il Cinema Savona, che ora è un hotel. Nei pressi del Campo della Tana esisteva il Cinema Arsenale, che fu chiuso ed acquisito dalla Marina Militare. L'ultimo cinema nella zona est di Venezia era il Cinema Garibaldi, nell'omonimo Rio Terà. Nelle vicinanze di Campo San Polo si trovava il Cinema Imperiale (che faceva anche proiezioni all'aperto), trasformato già dalla metà degli anni '50 in una profumeria.
In Campo Santa Margherita esistevano ben due sale cinematografiche: il Cinema Vecchio (o Santa Margherita, vedere foto a lato), che i veneziani chiamavano in dialetto "Cine Vecio", ed il Cinema Moderno (vedi foto in alto). Il primo è diventato Auditorium per l'Università Ca' Foscari di Venezia, mentre il secondo è stato trasformato in un supermercato. Il Cinema Accademia (ora chiuso) era localizzato non lontano dall'omonimo ponte. In un giardino privato vicino al Rio Marin si trovava il Cinema Arena, che in estate proiettava film all'aperto. A Venezia esistevano inoltre numerosi cinema, più o meno piccoli, di proprietà delle parrocchie, tra i quali possiamo citare quello dei Frari (ora teatro), dei Carmini e della Madonna dell'Orto. In queste sale si proiettavano principalmente film per ragazzi solo nei pomeriggi di domenica. A Venezia l'unico cinema con una regolare programmazione è rimasto il Giorgione Movie d'Essai (Cannaregio 4612, tel. +39 041 5226298). Mentre nel sestiere di Santa Croce, vicino alla Chiesa di S. Stae, c'è il circolo Casa del Cinema, (tel. +39 041 5241320), che offre ai propri soci delle proiezioni di rassegne cinematografiche. Al Lido di Venezia è ancora attivo il Cinema Multisala Astra, Via Corfù 12, telefono +39 041 5265736. Per concludere questo lungo elenco di cinema, attivi e non, dobbiamo citare l'Arena all'aperto in Campo San Polo, che durante la stagione estiva proietta film di cartello e quelli proposti alla Mostra del Cinema di Venezia. Abbiamo quindi visto che a Venezia anni fa c'erano numerosi cinema. Lo spopolamento della città, specialmente negli anni '80, è stato la principale causa della chiusura di tali sale, il progresso tecnologico (l'uso in famiglia e tra amici di cassette vhs e dvd), ha fatto il resto.


8 commenti:

Aldo ha detto...

Mai lo spopolamento di Venezia mi era parso più "reale" che leggendo questo post. E poi mi sembra talmente strano che la città che abrita una grande mostra cinematografica sia talmente povera in sale di proiezione...

Fausto ha detto...

Aldo: In effetti la chiusura di così tanti cinema dà l'idea di quante persone ci fossero a Venezia fino agli anni '80. Allora la domenica pomeriggio si potevano vedere gruppi di ragazzi in giro per la città in cerca di un bel film da vedere in compagnia. Nelle ore "di punta" poteva capitare che i posti del cinema fossero esauriti e bisognava aspettare la proiezione seguente. In quegli anni Venezia era veramente una città viva. Che sia rimasto solo un cinema a Venezia mi riempie di tristezza: se voglio vedere un film che mi interessa devo per forza andare a Mestre. La Mostra del Cinema dovrebbe dare un impulso all'apertura di altre sale cinematografiche a Venezia, ma purtroppo questo non avviene. Speriamo che almeno possano partire i lavori di ristrutturazione del Cinema Rossini, per dare un'inversione a questa tendenza negativa.
Buona giornata.
Fausto

marshall ha detto...

Fausto,
all'avanzare del "progresso", hanno chiuso tutti i "Cinema Paradiso". Nella città dove abito, c'erano 2 cinema, quando gli abitanti erano 8000; ora, che di abitanti ne ha 24000, non c'è più neanche un cinema. Un solo cinema ce l'ha la cittadina di 80.000 anime dove ho abitato da ragazzo; idem, quando questa aveva appena 25.000 abitanti, di cinema ce n'erano ben 11.
In compenso stanno avanzando i multisala. Ne inaugurano quasi uno all'anno qui a nord di Milano, tra Milano e Monza. E pare che i giovani di oggi stiano riscoprendo il piacere del cinema; tra questi vi sono i miei figli, abbonati ad almeno un film la settimana.
Sono anni che non entro in un cinema vero e proprio, anche per problemi di deambulazione. Ma mi dicono che i multisala moderni sono attrezzati per ospitare chi soffre di tali disturbi, cosicchè mi sono prenotato per assistere ad un film, del quale ho parlato nel mio blog.

Ciao.
Mario

VenetiaMicio ha detto...

Fausto, si j'ai bien compris toute cette grande description, il n'y a plus de cinémas à Venise...j'ai souvenance d'une salle vers l'Accademia,il y a quelques années non ? Mais elle a disparu aussi !

Fausto ha detto...

Mario: Non credevo che anche nella zona vicina a Milano fossero stati chiusi così tanti cinema. I multisala, anche se offrono una vasta scelta di film, contribuscono a far chiudere i singoli cinema, (aperti magari da decine di anni), che non possono reggere una simile offerta. Ti auguro una buona visione del film.
Ciao.
Fausto

VenetiaMicio: A Venise, le seul cinéma qui propose une programmation régulière est le Cinéma Giorgione. Malheureusement, même le Cinéma Accademia a été fermé il y a nombreuses années.
A bientôt!
Fausto

marshall ha detto...

Fausto,
scusa il fuori tema.
Ho cliccato via Gabibaldi per conoscere qualcosa di quella via. A metà strada c'è un parco/giardino, forse pubblico.
L'ho percorsa tutta, da Riva Sette Martiri al lungo ponte dopo Fondamenta s.Anna: è bella larga che ci si potrebbe transitare in macchina. Potrebbe essere una buona zona residenziale?
Ciao.
Mario

Fausto ha detto...

Mario: Via Garibaldi è una buona zona residenziale anche se un po' decentrata. Quest'area del sestiere di Castello ha avuto ultimamente un'ottima rivalutazione grazie anche alle Mostre della Biennale di Venezia. Le esibizioni si svolgono ogni anno alternativamente: Arte e Architettura. Le due sedi espositive sono quella storica ai Giardini e quella più recente all'Arsenale.
Ciao.
Fausto

Marshall ha detto...

Fausto,
grazie.
Vado a leggere il post sulla Biennale.
Ciao.
Mario

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails