lunedì 22 marzo 2010

Venezia 2020


Venezia 2020 è il logo che rappresenta la candidatura della città per ospitare i XXXII Giochi Olimpici e Paralimpici estivi. Venezia 2020 ha presentato la sua candidatura ufficiale con un dossier consegnato al CONI il 5 marzo 2010. Il CONI ha ricevuto un simile dossier anche dalla città di Roma. Il Comitato Olimpico Nazionale avrà quindi tempo fino al termine del mese di maggio 2010 per decidere quale sarà la candidatura ufficiale italiana per le Olimpiadi del 2020. L'assegnazione della candidatura a Venezia 2020 avrebbe un'importanza enorme, non solo per la città, ma anche per l'intera regione Veneto. Sono previsti infatti degli impianti a Padova e a Treviso. Sarebbe l'occasione giusta per ammodernare le infrastrutture ed i trasporti, per costruire impianti sportivi e per ridare forza all'economia di questa regione, così provata negli ultimi tempi. Perchè il CONI dovrebbe scegliere Venezia 2020? Intanto perchè Venezia come sede olimpica rappresenta la novità (Roma ha già ospitato le Olimpiadi del 1960). Quindi perchè con Venezia 2020 si avrebbe la possibilità di costruire delle strutture sportive completamente nuove, con tecnologie all'avanguardia, mentre a Roma gli impianti sono già fatti per la maggior parte e sarebbero piuttosto obsoleti nel 2020. I costi per le nuove strutture non sarebbero un problema poichè l'imprenditoria del Veneto ne potrebbe garantire la sponsorizzazione. E' chiaro che se i Giochi Olimpici venissero assegnati a Venezia nel centro storico non si costruirebbero stadi o palasport, ma essi verrebbero edificati nella terraferma veneziana. Gli impianti sportivi si troverebbero localizzati in una zona strategica, collegata con il vicino aeroporto Marco Polo, ma non lontana dalle autostrade e dalla linea del treno ad alta velocità. Per Venezia 2020 i residenti potrebbero sopportare il forte afflusso di spettatori che le Olimpiadi porterebbe per tre settimane, comunque la città è già "abituata" a molti giorni di enormi presenze (vedi il periodo di carnevale). Naturalmente in quei giorni l'accesso al centro storico dovrà essere controllato e semmai ridotto ad un numero chiuso di visitatori.
Io sono uno sportivo da sempre. Da giovane ho praticato numerosi sport e ancora oggi seguo alcuni sport di squadra e altri sport individuali. In Venezia 2020 colgo una occasione unica per la mia città e la regione Veneto di vedere le Olimpiadi come un volano per l'economia, ma anche l'idea di essere spettatore di qualche evento olimpico mi fa venire i brividi. Come abbiamo visto, il verdetto sulla città che otterrà la candidatura ufficiale italiana si saprà entro la fine di maggio, mentre la sede ufficiale dei XXXII Giochi Olimpici e Paralimpici 2020 sarà decisa a Buenos Aires solo nel 2013. Adesso sarei curioso di conoscere le opinioni dei lettori del blog. Secondo voi una città come Venezia può ospitare le Olimpiadi? Pensate che la candidatura di Venezia 2020 possa vincere? Se le Olimpiadi del 2020 si tenessero a Venezia, vi piacerebbe assistere a qualche gara o alla cerimonia di inaugurazione? Resto in attesa dei vostri commenti. Io sostengo Venezia 2020!

8 commenti:

marc.gualtieri ha detto...

Ciao Fausto,
les jeux Olympiques me font toujours penser à un Paris-Dakar , beaucoup d'argent , beaucoup de publicité,...et la caravane passe...laissant les pays traversés de nouveau à leurs problémes..
Que fera le Veneto d'un stade Olympique , d'une piscine Olympique etc.etc...Sans compter l'infrastructure hôtelière.
On annonce déjà que Londres 2012 sera en déficit.
Encore une fois beaucoup d'argent que j'aimerai bien voir transformé en universités , hôpitaux , aides sociales...
Pas sur que Coca-Cola , Red-Bull,et autres sponsors me suivent dans ce raisonnement.
Pour eux , c'est sûr que Venise serait un excellent investissement , il faudrait alors exiger des budgets pour la sauvegarde de la ville.

ciao
Marco

WALTER FANO ha detto...

Dal punto di vista strutturale e organizzativo Venezia può ben aspirare al ruolo di sede dei Giochi, ma temo che alla fine verrà scelta Roma più per motivi politici che tecnici...
Inoltre non sono del tutto d'accordo con Marc dato che non sempre le strutture create per le Olimpiadi poi si rivelano inutilizzabili, l'importante è che ci siano dei piani di riconversione di queste strutture così come era stato fatto intelligentemente a Torino per le Olimpiadi 2006.

Fausto ha detto...

Marco: Oui, la caravane un jour passe (les Jeux Olympiques), mais les installations sportives restent à disposition du public. Une région aussi densément peuplé comme le Veneto a besoin de nouvelles installations sportives. Le stade olympique serait alors utilisé aussi pour des concerts et autres événements. L'infrastructure hôtelière est déjà plus que suffisant à Venise. Les universités sont déjà nombreux et, malheureusement, à Venise on ferme les hôpitaux existants (20 ans auparavant il y avait 4 hôpitaux dans la ville, mais maintenant il n'y a qu'un). La sauvegarde de Venise n'a plus d'argent parce qu'ils sont tous dépensés pour la construction du MOSE.
Je crois que les Jeux Olympiques pourrait faire du bien à l'économie de la Vénétie.
Ciao.

Walter: Concordo con la tua analisi, ma spero che la ragione (la capitale ha tra l'altro già ospitato le Olimpiadi) e non la politica (il CONI ha sede a Roma) abbia il sopravvento.
Torino 2006 è l'esempio più evidente di come i Giochi Olimpici possano risollevare l'economia di un'intera regione. Le Olimpiadi hanno giovato in passato in Piemonte e attualmente a Vancouver. Me l'hanno riferito alcuni clienti piemontesi e canadesi.
Buona giornata.

Walter Fano ha detto...

Sperem! ;-)

marc.gualtieri ha detto...

Ciao Walter , ciao Fausto,

Vancouver et Torino étaient des Jeux d'hiver...donc moins d'investissement pour une utilisation beaucoup plus importante , facile , et rentable aprés la manifestation.
Les Jeux d'été sont la plupart du temps déficitaires ..sauf pour la Chine.. dont le but n'était pas la rentabilité mais l'exposition à un large public.

Ciao

Marco

Fausto ha detto...

Walter: Incrociamo le dita!
A presto.

Marco: Bien qu'il y avait la possibilité d'un déficit, les installations sportives resteraient valables (pour la plupart) et le système de transport dans Venise et la Vénétie serait améliorée. Je me souviens bien de Barcelone avant les Jeux Olympiques. Après eux, la ville a été complètement améliorée.
Heureusement, les hommes écoutent parfois les émotions du coeur plutôt que les raisons de la tête! Que mon rêve olympique se poursuit au moins jusqu'à la fin de Mai!
Ciao.

iRiMiKi ha detto...

Naturalmente faccio il tifo per la candidatura di Venezia, e non solo perchè rappresenta un'opportunità grandiosa di business per tutto il Veneto, ma anche perchè penso che, nel caso vincesse Venezia, i fondi ottenuti sarebbero amministrati meglio, ci sarebbe meno magna magna - e ne traerebbe beneficio tutto il paese. E' solo una mia opinione personale, ovviamente. Sostenendo con passione la candidatura di Venezia, mi rendo conto che ci sono buone ragioni per essere scettici sulle chance di Venezia di ospitare le Olimpiadi. Se volete conoscere le argomentazioni degli opponenti, leggete questo articolo sul blog di Erla Zwingle (è una giornalista del National Geographic che vive a Venezia):
http://iamnotmakingthisup.net/2658/the-venice-olympics/

Fausto ha detto...

Irina: Molto simpatica la signora Erla Zwingle, davvero!!!
A presto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails