domenica 14 febbraio 2010

Folla al Carnevale di Venezia


La folla al Carnevale di Venezia è notevole specialmente durante i due week end finali dell'evento. La folla al Carnevale di Venezia si può quantificare nelle oltre 100.000 persone al giorno che vengono nella Città dei Dogi per assistere a questo speciale avvenimento. Chi pensa che siano le maschere ad essere i personaggi principali del Carnevale di Venezia si sbaglia, poichè è la grande massa delle persone a farla da protagonista, specialmente in Piazza S. Marco. Credo che gli innamorati di Venezia siano sgomenti nel vedere queste immagini, eppure in questi giorni la Serenissima diventa superaffollata, al limite del possibile, probabilmente oltre. Non ci deve stupire quindi che i veneziani in questi fine settimana rimangano volentieri a casa ed escano solamente se ce ne sia la necessità. Chi vuole vedere Venezia in tranquillità deve evidentemente scegliere un periodo diverso da quello del carnevale. La visita alla città, in queste condizioni, potrebbe scoraggiare infatti anche le persone più pazienti per via delle lunghe attese, in un bar, nelle code per entrare nei musei ma anche per accedere ad una toilette. Soltanto un mese e mezzo fa in città quasi non si incontrava una persona, era il giorno di Natale a Venezia, basti guardare le foto per vedere la differenza tra le strade deserte di allora e la folla che cinge d'assedio adesso il centro storico. Ora i cartelli di divieto di mangiare e bere seduti in Piazza San Marco non sortiscono alcun effetto, a giudicare dalla foto che ritrae un gruppo di ragazzi stanchi ed affamati, seduti per terra di fronte al comando dei vigili urbani sotto ai portici di Palazzo Ducale. Eppure la folla verrà sempre attirata dal Carnevale di Venezia e le fantastiche maschere con il loro fascino non smetteranno mai di farci sognare. E voi, preferite Venezia così, o quando è Natale?






6 commenti:

marc.gualtieri ha detto...

Ciao Fausto,

Venise , nous la préférons toute l'année.....
Mais il est difficile de critiquer les amateurs et les curieux , difficile aussi d'évaluer l'impact de cette foule
et de faire le rapport entre le côté économique , et les problèmes qu'elle peut engendrer.
Quant aux vénitiens , il serait intèressant de savoir combien peuvent encore vivre à Venise grâce , ou à cause , du tourisme...??

Ciao ..Buona Domenica..

Marco

Fausto ha detto...

Marco: Moi aussi, j'aime Venise toute l'année. Votre observation est juste: il est très difficile vivre à Venise pour ses habitants. Toutefois, presque toutes les petites et moyennes industries qui existaient à Venise au siècle dernier ont été fermés et maintenant la ville doit vivre avec le tourisme.
Ciao

iRiMiKi ha detto...

Pochissime volte sono andata a Venezia durante il periodo "clou" di Carnevale. So di essermi persa uno spettacolo meraviglioso, ma niente da fare: al solo pensiero di trovarmi in balia della folla incontrollabile mi viene ansia, quasi da definire "agorafobia". Se invece siamo fuori stagione e vedo che il tempo è uggioso, con la pioggerellina e una temperatura non proprio mite - ecco, potrebbe essere una giornata giusta da passare a Venezia. Nelle giornate così ho l'illusione di avere la città tutta per me.

Fausto ha detto...

Irina: Anch'io soffro quando sto in mezzo alla folla, infatti domenica scorsa in Piazza San Marco ho dovuto sopportare un doloroso mal di testa per l'ansia di stare nella calca. Ti assicuro però che per lo spettacolo che ho visto ne valeva la pena. Concordo con te: per passeggiare a Venezia non c'è niente di meglio che una giornata uggiosa durante la bassa stagione.
A presto.

emilia ha detto...

e quale spettacolo hai visto? "Arlecchino servitore di due padroni" o il volo dell'Angelo?
Sono curiosa come una scimmia :)

Fausto ha detto...

emilia: Io sono andato a vedere il Volo dell'Angelo!
A presto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails