lunedì 24 maggio 2010

Vogalonga 2010


La Vogalonga 2010 è arrivata alla sua 36. edizione e si è svolta domenica 23 maggio. La Vogalonga 2010 si è tenuta nella Laguna di Venezia lungo un percorso di circa 30 chilometri. A questo importante evento remiero hanno partecipato circa 5.000 vogatori, la maggioranza dei quali erano italiani ed europei, distribuiti su oltre 1500 imbarcazioni. La partenza della Vogalonga 2010 ha avuto luogo come di consueto in Bacino San Marco alle ore 9,00 con il classico colpo di cannone e dopo l'alzaremi. Quindi le numerose imbarcazioni si sono dirette verso la laguna nord, passando vicino ad alcune isole quali Sant'Erasmo, Burano e Mazzorbo. Poi hanno attraversato il Canal Grande di Murano e grazie al Rio di Cannaregio si sono immesse nel Canal Grande, giungendo infine al traguardo posto alla Punta della Dogana. A tutti i partecipanti arrivati entro il tempo limite (ore 15,00) è stata consegnata una medaglia. Durante la Vogalonga 2010 si sono viste imbarcazioni a remi di tutti i tipi, da quelle tipiche della Laguna di Venezia, quali sandoli e gondole, a quelle esotiche come le dragon boat e le imbarcazioni polinesiane.


Senza dimenticare le altre centinaia di barche che vogavano alla veneta o all'inglese. Per scattare le immagini del post mi sono posizionato sull'imbarcadero di S. Tomà che per l'occasione era completamente sgombro, essendo sospesa la circolazione dei vaporetti lungo il Canal Grande per la mattina della Vogalonga. Il clima della manifestazione è stato davvero sereno e tranquillo, e la fatica dei vogatori è stata facilitata dalla bella giornata di sole non troppo calda. E' sempre bello vedere il Canal Grande senza barche a motore e almeno in due occasioni (per la Vogalonga e durante la Regata Storica), lo si può ammirare placido come lo hanno immortalato i vedutisti del '700. Anche la Vogalonga 2010 ha dimostrato più che mai che Venezia è una città viva e che la passione per la voga è ancora ben radicata. Credo che molti partecipanti alla Vogalonga 2010 abbiano ancora negli occhi le belle immagini che offre Venezia e la sua laguna. Sarà difficile resistere alla tentazione di tornare anche il prossimo anno. E poi, perché mai resistere?













6 commenti:

emilia ha detto...

Bellissime queste immagini!!

norma c ha detto...

Cela évoque pour moi la "vogalonga 1997", mon deuxième séjour à Venise, où, pour la première fois, j'ai pu voir San Giorgio Maggiore et la Giudecca.
Notre premier séjour avait eu lieu en février de la même année, et il y avait un brouillard si épais que nous n'avions pas pu apercevoir les îles...
Merci de me permettre d'évoquer ce merveilleux souvenir et bonne journée !

Anne ha detto...

Les équipages sont d'une incroyable variété. Ma préférence va à la Polynésie, qui joue l'originalité.
Anne

Fausto ha detto...

emilia: La luce di quella bella giornata di sole ha sicuramente contribuito alla buona riuscita degli scatti.
Buona serata.

norma: Je suis heureux de vous rappeler ces bons souvenirs avec mon billet.
A bientôt.

Anne: Moi, je préfère les bateaux à rames "alla veneta", mais j'aime bien les bateaux dragonboats.
Bonne soirée.

Do ha detto...

J'essaie d'imaginer ce que devait être le Grand Canal avec tous ces bateaux mais sans le bruit des moteurs... ce devait être tout simplement magique. Une sorte de retour dans le temps vraiment sympathique.
Merci Fausto de votre regard quotidien sur la vie de Venise.
Ciao
Do

Fausto ha detto...

Do: Voir seulement les bateaux à rames dans le Grand Canal est fantastique. Il semble remonter de quelques siècles.
A bientôt.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails