venerdì 4 giugno 2010

Comando Austriaco a Venezia


Il comando austriaco a Venezia si trovava presso Palazzo Loredan in Campo Santo Stefano. Gli austriaci, con la casa regnante degli Asburgo, sottomisero Venezia in tre periodi storici: 1798-1806, 1814-48 e 1849-66. Al momento dell'insurrezione veneziana del 22 marzo 1848, il comandante delle truppe austriache in città era il conte Ferdinand Zichy. In quegli anni il comando generale dell'Impero Austro-Ungarico a Venezia ebbe sede appunto a Palazzo Loredan. Ne è testimonianza tuttora la scritta che campeggia sopra al portone di ingresso (terza immagine): "K.K. STADT UND FESTUNGS COMMANDO" (Comando di città e fortezza). Tale scritta era quasi illeggibile ormai dopo oltre 150 anni, per cui è stata ridipinta durante l'ultimo restauro di Palazzo Loredan. Tuttavia sembra che al posto della parola "Commando" ci fosse la parola "Führung". Un'altra scritta in tedesco che ho scoperto molti anni fa si trova in Calle Renier (vedi ultima foto sotto), vicino a Campo Santa Margherita. Su questa indicazione si legge a fatica "PLATZKOMMANDANT", poiché la scritta è davvero ridotta male. Pur indicando la direzione verso Palazzo Loredan, non so comunque dire se la scritta fosse dell'ottocento e si riferisse al comando austriaco, o se l'indicazione sia stata eseguita durante la seconda guerra mondiale per mostrare la strada verso il comando tedesco. Vista la condizione di questa scritta, che sta lentamente scomparendo, non mi resta che documentare la sua presenza con un'immagine. Forse tra qualche anno, a causa delle intemperie, sarà completamente illeggibile. E sarà andato perduto un altro piccolo pezzo della storia di Venezia.




4 commenti:

norma c ha detto...

Je passe souvent devant, puisque nous "habitons" pas loin du Campo Santo Stefano quand nous séjournons à Venise, et je m'arrête chaque fois pour l'admirer.
Encore un souvenir que vous réactivez pour mon plus grand plaisir !
Merci à vous !

Pier ha detto...

sono interessanti le scritte sui muri di Venezia che danno segnalazione delle direzioni dei vari luoghi. Nell'ultima foto ho notato il numero civico. Ricordo che a Venezia i numeri civici sono distribuiti per sestriere e non per singola calle o via come accade nelle altre città. Questa è una particolarità tipica.chissù da cosa deriva.

emilia ha detto...

ma tu l'hai documentato e questo è il bello.
Comunque, so che agli austriaci piaceva andare a "Grand Caffè Quadri" in piazza San Marco e allora i veneziani della buona società andavano solo al "Florian" :)

Fausto ha detto...

norma: Je suis content que vous sentez de bons souvenirs quand j'écris sur Palazzo Loredan.
A bientôt.

Pier: In effetti i numeri civici a Venezia dono distribuiti in maniera bizzarra. La toponomastica a Venezia presenta delle ripetizioni anche nello stesso sestiere. Sparse in giro per la città ci sono molte "Calle del magazen", "Calle della Madonna" ecc.. Si dovette evitare la numerazione classica (inizio-fine della strada) per non creare ulteriore confusione. Si decise quindi di continuare la numerazione dall'inizio alla fine di ogni sestiere.
Buona serata.

emilia: Interessante informazione.
A presto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails