martedì 10 agosto 2010

Ponte Chiodo


Il Ponte Chiodo si trova a Venezia nel sestiere di Cannaregio. Il Ponte Chiodo attraversa il Rio di San Felice ed ha una caratteristica che lo rende unico a Venezia. Esso infatti ha la singolarità di non avere parapetti, che in veneziano si chiamano "spallette". Se per il Ponte Chiodo non avere le spallette rappresenta un'eccezione, così non era a Venezia nei secoli scorsi fino all'ottocento. La maggioranza dei ponti in città era sprovvista di parapetti, come dimostrano i dipinti dei grandi vedutisti veneziani del '700. Fu deciso quindi in tempi relativamente recenti di dotare i ponti già esistenti con delle spallette, con lo scopo di garantire maggiore sicurezza ai pedoni nell'attraversamento degli stessi. Ricordiamo che l'illuminazione pubblica risale al secolo scorso e che quindi avere i parapetti agevolava l'attraversamento dei ponti, specialmente con l'oscurità della notte. Il Ponte Chiodo è privato poiché conduce alle porte di alcune abitazioni, e non prosegue per la pubblica via. Le condizioni di conservazione del Ponte Chiodo non sono tra le migliori, come si vede da un'immagine del post. Esso avrebbe bisogno di un intervento di restauro che però, essendo il ponte privato, sarebbe troppo oneroso per le poche famiglie che lo attraversano per entrare ed uscire dalle proprie abitazioni. Il Ponte Chiodo è localizzato a poche decine di metri dalla Scuola Grande della Misericordia, uno dei capolavori del grande architetto Jacopo Sansovino. Nella Laguna di Venezia esiste solo un altro ponte senza parapetti: si trova nell'Isola di Torcello e si chiama Ponte del Diavolo. La fermata del vaporetto più vicina per arrivare al Ponte Chiodo è "Ca' d'Oro" (linea 1).




video

9 commenti:

emilia ha detto...

grazie Fausto :)
Sai cosa pensavo... potresti scrivere un post con consigli per i turisti che veranno a Venezia per la regata storica... tipo dove possono mettersi, quanto devono aspettare, dove si fa il famoso "giro del paletto", dove proprio viene messo al Canal Grande, ecc.
Sig. Giandri stamattina mi ha detto: "le barche non sono automobili di Formula 1 e molto tempo passa tra una gara e l'altra" :)

Fausto ha detto...

emilia: Ti ringrazio per i consigli. Tuttavia nelle mie statistiche la diminuzione di visitatori e (palesemente) di commenti, mi stanno facendo rivedere i miei progetti futuri sul blog. Dedico ore al giorno per realizzare un articolo (fatto da un veneziano) con contenuti e foto originali. Se ciò non incontra i favori dei lettori significa che sto sbagliando qualcosa. Ma non sono più disposto a sacrificare ore e ore per un blog che non "cresce", anzi.
Tu dici che un blog lo dovremmo fare per noi stessi ma io non la penso così. Le foto (spesso di luoghi poco o per niente noti) che faccio in giro per Venezia me le potrei tenere per me, magari per farci un libro. Invece ho scelto di condividere quello che so di Venezia con gli altri. Non posso più dedicare tutte queste ore al blog perché è tempo prezioso che sottraggo ad altre attività (stare in famiglia, leggere un libro o anche guardare comodamente la tv). Inoltre le mie condizioni di salute non sono ottimali e sto anche studiando per fare un concorso. Per cui nel prossimo futuro ti anticipo che gli articoli non avranno di sicuro la frequenza attuale.
Buona serata.

Yvonne ha detto...

If I read correctly (my Italian is not very good), you are finding it difficult to keep your blog going?? You must spend a lot of time on it, and it is so full of little known information.

Take care of yourself!

Fausto ha detto...

Yvonne: That's true, I spend a lot of time on it and, looking at the statistics about the blog, I got less visitors (and comments). I was wondering what I'm making wrong on my blog.
Have a nice day.

emilia ha detto...

Fausto,
non so come spiegartelo, ma alcuni post non hanno bisogno di commenti. Sono completti senza dei commenti. Se però starai meglio puoi provare ad aggiornare il blog una o due volte alla settimana. Io lo seguirò anche se decidi di aggiornarlo due volte al mese. Intanto non so se lo fai ma puoi allegare un link del blog nelle mail di conferme che mandi agli ospiti di Alloggi Barbaria. Se io arrivo per prima o per seconda volta a Venezia mi piacerebbe che qualcuno mi mandasse un link con informazioni varie :) e poi su facebook puoi mettere dei post meno recenti ma importanti e curiosi.

Fausto ha detto...

emilia: Ti ringrazio perché mi fai riflettere su aspetti che a volte non considero. Comunque i commenti e le opinioni dei lettori restano la linfa vitale di un blog poiché completano gli articoli.
Grazie anche per il suggerimento di mettere il link alle e-mail dei miei clienti: lo faccio già da molto tempo, ossia da quando il blog ha avuto un certo numero di post.
Poi alcuni clienti mi hanno ringraziato perché seguendo il blog hanno potuto visitare dei luoghi di Venezia che non conoscevano.
Mi ripropongo di non lamentarmi più sulle statistiche del blog: testerò la volontà dei lettori, tramite i loro commenti e poi deciderò sulla frequenza dei post, ma solo dopo il secondo anniversario dall'inizio di ABBlog.
Buona serata.

iRiMiKi ha detto...

Per aumentare il traffico nel sito bisognerebbe agire non tanto sui contenuti (che già sono ottimi) quanto sui meccanismi che determinano il posizionamento del blog nei motori di ricerca. Questi meccanismi sono in continua evoluzione, dovresti chiedere qualche suggerimento tecnico a uno sviluppatore web aggiornato... più aggiornato di me. Ad ogni modo, il tuo blog è ancora molto giovane, porta pazienza! Un saluto, Irina

Yvonne ha detto...

I wonder if I would be permitted, by you and also by the administration of Trip Advisor, to put a link to your blog on the Venice forum?

If I have your permission, then I would approach Trip Advisor to see if they will allow this.

Yvonne.

Fausto ha detto...

Irina: Grazie anche a te per i suggerimenti. Il blog è già discretamente posizionato per alcune parole chiavi nei motori di ricerca. Quello che non va purtroppo....è il nome! Se avessi chiamato fin dall'inizio il blog diversamente (tipo "blogvenezia" per capirsi) sarebbe stato molto meglio. Inutile piangere sul latte versato e guardare avanti. In effetti il blog è giovane e avrà (spero) dalla sua parte il tempo per ricavarsi uno spazio maggiore nella blogosfera.
Qualche consiglio da parte di uno sviluppatore web (webmaster) sarebbe davvero molto apprezzato.
Nel frattempo possono molto aiutare i link verso il blog e naturalmente il sistema più vecchio di propaganda: il passaparola!
A presto.

Yvonne: Thank you for your help. I would be honored having a link to my blog in TripAdvisor. Specially if they think that my blog on Venice could be helpful for their readers.
You have my permission, of course. Many thanks in advance.
Ciao.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails