domenica 24 febbraio 2013

Sciatori sul Ponte della Costituzione


Degli sciatori sul Ponte della Costituzione si sono visti in azione sabato 23 febbraio 2013. In realtà gli sciatori sul Ponte della Costituzione erano quei guasconi di Venessia.com che hanno così inscenato una protesta (semi)seria. Tale protesta aveva come obiettivo la realizzazione dell'ovovia sul Ponte della Costituzione ed è iniziata intorno alle ore 13,30. L'ovovia dopo un'attesa di anni (correva l'estate del 2010 ndr) fatta di continui rinvii, non è ancora stata consegnata all'uso pubblico. 
Nel frattempo i costi della sua messa in opera sono raddoppiati, raggiungendo la notevole cifra di 2 milioni di euro, e ci sorge la ragionevole domanda se costruire questa ovovia fosse davvero necessario. Sarebbe stato sufficiente garantire il trasporto gratuito via vaporetto tra Piazzale Roma e la Ferrovia alle persone con difficoltà motorie e tutto si sarebbe risolto senza alcuna spesa a carico dei contribuenti. Comunque, tornando alla protesta, gli sciatori sul Ponte della Costituzione (costruito su progetto di Santiago Calatrava) si sono presentati vestiti come se dovessero affrontare una discesa dolomitica. Essi sfoggiavano sci e snowboard, occhiali e colbacco, ma anche degli skipass e delle tute da maestro di sci (vedi foto). I passanti hanno assistito alla scena divertiti, ed il tutto è stato ripreso e documentato da numerosi cameraman e fotografi. La goliardata di Venessia.com è andata pienamente a segno e credo che le immagini degli sciatori sul Ponte della Costituzione stiano già facendo il giro del mondo.


3 commenti:

podi -. ha detto...

Certamente l'ovovia permette traversare il canale alle persone con impedimenti da camminare, ma... poi? Tutta Venezia è piena di ostacoli per camminare sensa salire o scendere le scale dei ponti.

Nei giorni che stetti a Venezia pensavo alle persone che debbono restare in una sedia a rotelle... Come fanno se ai pochi metri della sua casa trovano un ponti??

podi-.
http://podi-podi.blogspot.com.es/2011/09/abismo.html

Gianfranco Dall'Omo ha detto...

Ma è mai possibile che la gente non si renda conto che veniamo derubati dalle istituzioni giorno per giorno? Il ponte di Calatrava é costato molti milioni di più del previsto adesso se ne spendono ancora di più per l'ovovia. Ma sono soldi nostri, l'amministrazione comunale pesca nelle nostre tasche. Il ponte non serviva affatto era meglio la gondola del traghetto che se poi è stata eliminata ci sono i vaporetti. Ma non si vergognano di chiederci il voto? Siamo nelle mani dei ladri. Con il tram a Mestre è stato un altro flop. Hanno dovuto risistemare i fili, quando a Padova il tram corre senza fili, non si poteva farlo uguale? Ripeto devono solo vergognarsi e non fare i consiglieri o gli assessori. Gianfranco Dall'Omo

Fausto ha detto...

podi: La tua considerazione è pienamente condivisibile. Purtroppo una città piena di barriere architettoniche (ponti), quale è Venezia, non consente una piena accessibilità alle persone con difficoltà motorie. E le soluzioni al riguardo non sono facili da trovare.
Buona serata.

Gianfranco: In questo caso credo che l'ovovia sia stata una spesa inutile, pur nel rispetto delle persone diversamente abili. Nel caso del tram non mi esprimo poiché non ne conosco le problematiche.
Ciao.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails